Radio Lacan
PODCASTS

Psicoanalisi e Arte

Nell'ambito della Faccoltà di Psicologia presso l'Università di Buenos Aires, e sotto gli auspici della Cattedra “Psicoanálisis orientación lacaniana: clínica y escritura” e “Clínica de la Urgencia” di cui titolare Ines Sotelo e dietro l'iniziativa di Daniela Fernandez, ha preso avvio una serie di incontri con vari autori dal titolo "Perché scrivere?". Questa volta l'ospite è Damian Tabarovsky, che propone una letteratura il cui soggetto non è il mondo, né la rappresentazione, ma il linguaggio stesso. Il suo ultimo romanzo, “Una bellezza vulgar”, descrive la caduta di una foglia staccata da un platano spagnolo. Scenografia un centinaio di metri di una strada di Buenos Aires. Il narratore potrebbe essere il vento, un albero, o il linguaggio stesso. Tabarovsky favorisce l'inerte, ciò che è fisso, ciò che torna sempre allo stesso posto. Egli scrive: "La foglia sta sul punto di staccarsi, ella galleggerà per un po ', e cadrà a terra. Che senso ha raccontare sempre la stessa storia? " Allora, questo scrittore introduce una questione fondamentale per la psicoanalisi : Assieme alla ripetizione, come pensare la novità?. Tarovsky Damian Tabarovsky è uno scrittore, traduttore e editor di Argentina. I suoi libri sono stati tradotti in inglese, francese, tedesco, greco, russo e portoghese. E 'autore di: “Autobiografía médica” e “Las Hernias”, ultimamente ha pubblicato “Una belleza vulgar Caballo de Troya”. Daniela Fernandez è psicoanalista a Buenos Aires, membro dell'ECF, EOL e AMP. E 'docente presso la cattedra "Psicoanálisis, orientación lacaniana: clínica y escritura” dell' UBA.
Episodio 1
El fantasma de la vanguardia
Di Daniela Fernández
26:14 minuti | Audio in Spagnolo | Registrato il 24.10.2014
Episodio 2
El caballo de Troya
Di Daniela Fernández
21:21 minuti | Audio in Spagnolo | Registrato il 24.10.2014
Episodio 3
Estupor y coma
Di Daniela Fernández
20:21 minuti | Audio in Spagnolo | Registrato il 24.10.2014
Episodio 4
La cocina del escritor
Di Daniela Fernández
22:44 minuti | Audio in Spagnolo | Registrato il 24.10.2014
Pierre Naveau